E’ inoltre la sede di importanti università (quella degli Studi e quella per Stranieri) che ne fanno una città cosmopolita, che si esalta durante Umbria Jazz. La Rocca Paolina (1542) offre uno spettacolo unico ed affascinante; i suoi grandi spazi sono utilizzati come percorso per raggiungere il centro storico mediante scale mobili, nonché durante l’anno per importanti manifestazioni culturali.

Numerosi i palazzi di particolare interesse nel centro storico, tra i quali primeggia senza dubbio il Palazzo dei Priori (del XIV sec.), edificio gotico tra i più superbi e possenti. Al suo interno troviamo: la Sala dei Notari, e l’importantissima Galleria Nazionale dell’Umbria, che contiene la maggiore raccolta di opere di artisti quali Perugino, Pinturicchio, Angelico, Benozzo Gozzoli, Piero della Francesca e tanti altri ancora. Poco distante si trova il Collegio del Cambio, capolavoro rinascimentale c interamente decorato da affreschi del Perugino. In Piazza IV Novembre troviamo la Fontana Maggiore, una delle più grandi al mondo, e la Cattedrale di San Lorenzo (XVI sec.), che all’interno custodisce innumerevoli opere d’arte.

L’Arco Etrusco (o d’Augusto) (III – II sec. a.C.), era la porta principale della cinta delle mura etrusche. Accanto sorge il Palazzo Gallenga Stuart o Palazzo Antinori, sede, dal 1926, della prestigiosa Università per Stranieri. Non meno affascinanti, con le loro strette viuzze e con i loro palazzi nobiliari, sono i centri che costellano il comprensorio perugino. Corciano offre ai suoi visitatori un apprezzabile patrimonio architettonico, storico ed artistico ed interessanti manifestazioni culturali che coprono l’intero arco dell’anno in un contesto suggestivo ed immutato nei secoli. Deruta è celebre nel mondo per la tradizione della ceramica, di cui preziose testimonianze sono conservate nel museo ad essa dedicato. Infine, Torgiano deve la sua notorietà alla bontà e alla qualità dei suoi vini, per la cui celebrazione la famiglia Lungarotti, proprietaria delle omonime Cantine, ha istituito il Museo del Vino. Florido è l’artigianato artistico, dedito alla lavorazione del legno, dell’oreficeria, dei ricami, dei tessuti, delle vetrate artistiche e delle maschere. Senza dimenticare, come già accennato, l’importanza di Deruta nella lavorazione della maiolica. Ricchissima la gastronomia, che fonda le sue radici nella coltivazione degli olivi e dell’uva, in abbinamento a piatti basati sui prodotti tipici della tradizione e a una cucina gustosa e fantasiosa insieme.

SCOPRI COSA PUOI FARE A PERUGIA