Nel territorio dei comuni di Scheggia, Costacciaro, Sigillo e Fossato di Vico, si estende il Parco Regionale del Monte Cucco, il parco dello sport in montagna, in cui si pratica il parapendio, la speleologia, lo sci di fondo, il trekking.

La città conserva straordinariamente intatto il suo fascino medievale che può essere assaporato passeggiando lungo vicoli e piazze, e visitando le chiese e i palazzi. La Chiesa di San Francesco (XIII sec.), custodisce un pregevole ciclo di affreschi. Lungo Via dei Consoli, si incontra la Fontana del Bargello. Proseguendo si sbocca in Piazza Grande, tra le più suggestive costruzioni medievali con una panoramica terrazza che si affaccia sulla conca eugubina. Qui sorgono alcuni tra i più bei palazzi della città tra cui il Palazzo dei Consoli.

All’interno del quale si trovano le Tavole Eugubine (sette tavole bronzee completa testimonianza della civiltà e della lingua degli Umbri) e la Pinacoteca che conserva opere di Palmerucci, Signorelli, Nelli, Barocci ed altri. Nella parte alta della città si contrappongono il Duomo (XII sec.), dalle forme gotiche, e il Palazzo Ducale (XV sec.), residenza di Federico da Montefeltro, dall’elegante cortile. Infine, la Basilica di Sant’Ubaldo (XVI sec.) sorge in vetta al Monte Ingino.

Altro centro importante è Gualdo Tadino, che vanta significative testimonianze artistiche, tra cui emergono la figura di Matteo da Gualdo, uno tra i più eclettici pittori del ‘400, e l’arte della ceramica, che fa di questo uno tra i più importanti centri di produzione della regione. L’artigianato, attivo e fiorente è legato alla storia e alle tradizioni del territorio, di cui qualificati esempi ci vengono dati nelle botteghe di Gubbio e di Gualdo Tadino, del ferro battuto, del legno e della lavorazione della pelle e della ceramica. La gastronomia conserva usanze e tradizioni quasi sempre legate alle stagioni o al lavoro dei campi.

SCOPRI COSA PUOI FARE A GUBBIO